Timidezza: Ecco tre modi per superarla

La timidezza è lo stato di paura o timore che proviamo in alcuni momenti quando magari ci sono persone intorno con cui non abbiamo abbastanza confidenza. Non è necessariamente un problema psicologico, come potrebbe essere la fobia sociale; ma certamente è qualcosa che può avere un peso nella nostra nella vita quotidiana.

Le interazioni sociali che sviluppiamo nel corso della nostra vita implicano la connessione con determinate emozioni che ci permettono di relazionarci. Quando la paura, l’emozione che si occupa di individuare le minacce, è elevata, possiamo soffrire di timidezza. Ciò causa una chiusura di noi stessi con gli altri che difficilmente si riesce a superare.

Falsi allarmi

Noi esseri umani abbiamo diversi meccanismi evolutivi che ci hanno permesso di arrivare dove siamo e continuare a crescere. Senza uno strumento che ci aiutasse a scoprire tutto ciò che minacciava la nostra sicurezza, non saremmo mai sopravvissuti. La paura è l’emozione che si occupa di questo, che ci permette di guardarci intorno e fare una previsione del futuro. Oggi questo non vale solo per la salvaguardia della nostra vita, ma è un meccanismo che usiamo anche in ambienti sociali o lavorativi.

Quando la paura è elevata, finisce per perdere la sua funzione. Tutto è una minaccia, tutto genera un senso di stress e di ansia e, essendo così elevato, ci blocca e smettiamo di agire. Invece di usare emozioni che ci permettono di stare tranquilli, di comunicare o di esprimerci, ci chiudiamo per timidezza.

La timidezza così finisce per diventare un circolo vizioso per tutte quelle persone che la soffrono, e sembra molto difficile sfuggirle. Rileviamo erroneamente una minaccia in una situazione sociale, ci paralizziamo e alla fine agiamo erroneamente, in modo inibito o commettendo qualche errore che ci faccia sentire una paura più grande. Questa paura di noi stessi è quella che riemerge in futuro, bloccandoci di nuovo e ripetendo più facilmente lo stesso ciclo. 

Non perderti  Come fare un succhiotto: 5 passaggi per farlo al meglio

Ma la via d’uscita c’è! Così come è possibile eliminare lo stress, anche per il nostro caso possiamo attingere a metodi già collaudati. Se vogliamo rompere il circolo vizioso della timidezza e del blocco della paura, dobbiamo usare le seguenti tecniche che si sono rivelate superefficaci.

Come superare la timidezza

 1. Quello che ti perdi

Fai una lista di tutto quello che ti sei perso nella tua vita a causa della paura e della timidezza. Conversazioni che non hai mai avuto, storie che non hai condiviso o momenti che sono spariti per mancanza di coraggio. Pensa a quante parti continuerai a perdere della tua vita. Ti aiuterà a capire che è importante fare un passo avanti e superare questo scoglio che ti impedisce di vivere.

2. Cerca la minaccia e abbatti la timidezza

Come dicevamo, la paura è progettata per trovare le minacce nella nostra vita. Quando hai paura, cerca dove si trova la minaccia. È reale o, al contrario, è falsa? Analizzala. Se è davvero falsa, avremo le risorse necessarie per affrontare la situazione.

3. Fai pratica

Se ti accorgi che c’è un punto preciso che ti risulta difficile nelle situazioni sociali, come salutare o uscire argomenti di conversazione, fai pratica ogni giorno con le persone con cui hai più confidenza. Prova anche ad avere un po’ di sfacciataggine, così, giusto per allenarti. Una volta che ti sei esercitato, cerca situazioni quotidiane in cui puoi metterti in azione.

La timidezza implica una serie di reazioni nel nostro corpo e nei nostri pensieri che tutti abbiamo provato qualche volta. Il problema si verifica quando questo tende a ripetersi e finisce per diventare la caratteristica di una persona. 

Non perderti  Come farsi perdonare e cancellare i sensi di colpa

Bene. Adesso non ti resta che fare un bel respiro e allenarti veramente, con persone che non conosci e in situazioni nuove solitamente stressanti. Non dimenticare di fare un respiro profondo prima di parlare e… voilà! Presto anche tu potrai superare la timidezza che ti paralizzava.

Hai mai sofferto di timidezza? Raccontaci la tua esperienza nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.